Bra: la vera rivoluzione della mobilità!
Per chi si muove in bus, il panorama cambia!
Tutto è pronto.
Dal 13 maggio 2019, si da attuazione all’importante e profonda riorganizzazione complessiva della rete del servizio di trasporto pubblico locale afferente l’area della conurbazione di Bra (Cherasco, Pocapaglia e Sanfrè), con estensione e/o potenziamento dei servizi ad altri comuni (Narzole, Monchiero, Dogliani, Farigliano, Carrù, Cervere e Fossano) ad oggi non, o scarsamente serviti, configurando così un’area vasta ed omogenea di servizio trasporto pubblico, coordinato e cadenzato, di adduzione al vettore ferroviario – asse portante del trasporto regionale – presso il nodo di interscambio modale nell’esistente Movicentro di Bra, con coincidenza agli orari, in partenza ed arrivo, dei treni delle linee SFM-4 e SFM-B.
La Regione Piemonte, avvalendosi della professionalità e competenza dell’Agenzia della mobilità piemontese, ha garantito una concreta occasione di migliorare l’offerta sul nostro territorio, storicamente caratterizzato da una rete di servizi assolutamente non adeguati rispetto alle reali necessità di mobilità, aumentando la quantità dei servizi (da 5 a 7 linee urbane) e riorganizzando in modo significativo e puntuale, sia le reti urbane che quelle extraurbane afferenti la Stazione FS di Bra.
Di particolare rilievo la linea extraurbana (415) che collega a Bra i comuni della Valle Tanaro fino a Carrù, che di fatto ripristina, con autobus, i treni della vecchia linea ferroviaria “Bra – Ceva”, parzialmente distrutta dall’alluvione del 1994.
Per Bra le novità del progetto sono le linee orarie “passanti” da nord a sud (dorsale) tali da garantire la frequenza di 1 corsa ogni 15’, in andata e ritorno, tra l’area “Madonna Fiori” e l’area “ponte di Via Cuneo”, passando per il centro città.
La nuova ed innovativa offerta di servizio pubblico intende fornire ai cittadini una reale alternativa, tesa a disincentivare l’uso dell’auto privata, con notevole ricaduta positiva in ordine alla tutela dell’ambiente e migliorando ulteriormente la vivibilità della nostra città.
I quartieri e le frazioni di Bra sono connessi tra loro ed al servizio ferroviario, con un sistema di corse cadenzate, comode ed adeguate, di semplice utilizzo, cooperanti con quelle provenienti dai Comuni di Cherasco, Pocapaglia e Sanfrè, nonché con quelle dell’area vasta presso il nodo di interscambio del Movicentro di Bra.
Il progetto di riorganizzazione di Bra è propedeutico al nuovo servizio di trasporto pubblico per l’Ospedale di Verduno, la cui prossima apertura avrà un forte impatto sulla mobilità dell’intero territorio. Gli Enti Pubblici coinvolti hanno fatto la loro parte, ci auguriamo che i cittadini colgano l’occasione per dimostrare sensibilità verso l’ambiente ed amore per la propria città. La sfida è aperta!
Buon viaggio a tutti.     

AVVISO

A partire da oggi 15 ottobre 2021, in conseguenza dell’entrata in vigore dell’obbligo della certificazione verde COVID-19 per tutti i lavoratori, le Aziende del Consorzio potrebbero non garantire la regolarità del servizio di Trasporto Pubblico Locale Urbano ed Extraurbano per carenza di personale di guida non in regola con le disposizioni di legge (articolo 9-septies del decreto legge 52/2021, introdotto dall’art. 2 del decreto legge n. 127/2021).

Il Consorzio metterà in campo tutte le forze necessarie affinché il servizio venga svolto regolarmente, ma purtroppo una massiccia assenza del personale viaggiante potrebbe causare ripercussioni sul servizio offerto.

Invitiamo la clientela a consultare sistematicamente la pagina internet del Consorzio per visionare tutte le informazioni che le Aziende saranno in grado di fornire.

Ci scusiamo sin da ora per il disagio che potrebbe essere recato e ci impegneremo per ridurre al minimo eventuali disservizi.